Presa in carico compiti Responsabile Conservazione | Conservazione Sostitutiva | IfinConsulting

Presa in carico compiti Responsabile Conservazione

L’art. 7 delle regole tecniche sul sistema di conservazione (DPCM 3 Dicembre 2013) al comma 1 elenca le attività che il Responsabile della conservazione deve porre in essere affinché un sistema per la conservazione nel tempo della documentazione informatica possa essere avviato e adeguatamente gestito.

Alcune attività hanno connotazioni prettamente tecnologiche, altre ancora possiedono tratti funzionali e organizzativi.

Dalla lettura della norma in materia di conservazione a norma si evince che la nomina del responsabile della conservazione è un obbligo per le amministrazioni pubbliche e che questa figura può coincidere con quella del responsabile della gestione documentale interno all’amministrazione stessa.

Il responsabile della conservazione può identificarsi con il soggetto produttore del documento o con un terzo dallo stesso designato e questo accadrà soprattutto nei casi di affidamento in outsourcing del processo di conservazione. Il responsabile della conservazione, sotto la propria responsabilità, può delegare lo svolgimento del processo di conservazione o di parte di esso ad uno o più soggetti di specifica competenza ed esperienza in relazione alle attività ad essi delegate (art.6 c.6 DPCM 3 Dicembre 2013).

Uno dei servizi offerti da Ifin Consulting consiste nel diventare affidatario dell’intero o di una parte del processo di conservazione. Attraverso un rapporto contrattuale, Ifin Sistemi diviene il delegato esterno al processo della conservazione.

Vai alla sezione dedicata